buon lavoro

now browsing by tag

 
 

Il lavoro

-

Quanto non ci sara’ differenza tra il lavoro e il divertimento
allora stai facendo veramente un buon lavoro.

Non posso fare mia questa frase, perchè è un elaborazione di qualcosa che ho letto su un libro di cui non ricordo il titolo non vorrei sbagliarmi ma penso si tratti di qualche testo scritto da Anthony De Mello il padre del Pensiero Positivo

Si parla ovunque di crisi, io ho potuto verificare che le persone sono per la maggior parte impegnate, provate a guardare quanti vostri amici lavorano, possiamo inoltre guardare i dati, la dissoccupazione è solo una piccola percentuale della popolazione, perchè allora questo allarmismo, perchè non guardiamo solo esclusivamente la nostra situazione personale?

Fermiamoci a pensare ………. se qualcuno lavora allora il lavoro c’è, si tratta solo di dover cambiare, di dover rimboccarsi le maniche e cercare un nuovo lavoro, si vede che è giunto il momento di cambiare nella nostra vita.

Nulla accade per caso, forse eri insodisfatto del tuo lavoro il tuo pensiero era quello di cambiare!
Beh hai fatto questa richiesta e sei stato esaudito, quindi ora devi solo focalizzare il tuo pensiero su cosa vuoi realmente e l’avrai.

Puoi rispondere “SI” a tutte le seguenti domande? Conosci qualcuno che possa farlo?

- parli bene della tua azienda?
– sei soddisfatto dei prodotti/servizi che produce?
– parli bene del tuo datore di lavoro?
– sei contento dei tuoi colleghi?
– sei contento di ogni incarico nuovo che ti propongono?
– quando ti alzi non vedi l’ora di essere sul posto di lavoro?
– la sera non vorresti tornare a casa?

Si certo alcune di queste cose possono sembrare esagerate, facci caso che chi risponde positivamente ad alcune di queste domande ora sta lavorando, chi risponde positivamente a tutte vive con gioia e amore il proprio lavoro e si diverte nel farlo.

Per questo articolo non sono graditi i commenti :-) scherzo penso siano d’obbligo, quindi lascia la tua opinione, la tua parola è importante per me. Clicca qui e di la tua!

Questo è solo il mio pensiero,  Serafino Vallorani