sorriso

now browsing by tag

 
 

Vi spiego perchè ho scelto il Pensiero Positivo

Cari amici, scrivo sempre del Pensiero Positivo, ormai lo sapete, difficilmente parlo di mè stesso perchè non voglio peccare di presunzione, però in questo frangente ritengo importante condividere con voi un aspetto molto importante, ovvero ” se pensi positivo, la tua vita cambia, migliora”, ma non solo la tua, cambia in assoluto il senso della vita.

Durante questi ultimi anni non ho fatto altro che mettere insieme tutto quello che ho imparato e sono guarito da una espressione sbagliata, cos’ho fatto di tanto speciale? Ho sorriso, ovvero, ho cambiato il mio modo di pensare.

Modificando i miei vecchi schemi di vita limitati, sono riuscito a scoprire quanto di bello era in mè, soprattutto quanto meravigliosa è la vita, anche nei suoi silenzi, anche nei suoi colori, anche in un giorno di pioggia, quando l’acqua scende a catinelle ed io sono felice come un bambino che puo’ correre sotto la pioggia.

Io sono Felice perchè ho delle affermazioni, perchè ho la capacità di visualizzare, e perchè quando mi guardo allo specchio io vedo un uomo felice e fiero di essere sè stesso.

Il Pensiero Positivo è stato per mè una vera scoperta, lo specchio è oggi un oggetto che mi rassicura, soprattutto quando, guardandomi negli occhi, riesco a mettere a confronto mè stesso, nella profondità del mio essere Serafino Vallorani. Ho potuto in questo modo scoprire cosa e quanto c’è dentro di mè e sono guarito da un vechio modo limitante di pensare. Oggi possiedo un nuovo modo di intendere la vita. Partendo da mè stesso, da quello che sono e da come sono, ho potuto solo migliorare la mia vita e quella delle persone a mè care, ed ora vorrei fare altrettanto con chi di voi ha fiducia, non fiducia in mè, non fiducia in Serafino Vallorani, ma fiducia nel Pensiero Positivo.

Solitudine, violenza, scarsa autostima,malattia, queste sono per mè parole terribili, non ne parlo mai, è vero, non le menziono mai, ecco forse dove ho sbagliato con voi, ma conosco cari amici la realtà, non crediate, io non sono ignaro a tutto questo, solo credo non sia opportuno parlarne per non lacerare quello che diversamente deve essere il nuovo risvolto positivo. Se impariamo a lavorare su di noi, possiamo costruire il nostro pensiero ed in questo modo, diventiamo noi padroni e responsabili del nostro futuro e null’altro. Noi!

Questo blog è vostro, le vostre esperienze qui raccontate, avranno una risposta, i vostri dubbi, i vostri perchè, i vostri ” ci credo o non ci credo”, saranno motivati, il dialogo sarà la nuova strada, vi attendo,

Con stima ed affetto

Serafino Vallorani

Aggiornamenti del Nuovo Zingarelli

Cari Amici, voglio regalarvi un sorriso, leggendo insieme a voi, quelli che sono alcuni degli aggiornamenti del nuovo Zingarelli…

Autoclave: armi automatiche dell’età della pietra

Balestra:     sala ginnica per gente di colore

Basilica:      chiesa aromatica

Calabrone: grosso abitante di Cosenza

Calamari:   molluschi responsabili della bassa marea

Cappuccetto Rosso: profilattico cinese

Catalessi: catalani condannati alla pentola a pressione

Cervino: domanda del cliente all’oste romano

Contorsionista: ebreo arrotolato

Coreografo: studioso delle mappe della Corea

Cuculo: gay balbuziente

Curriculum: gara di finocchi ai tempi dell’antica Roma

Ugello: volgare gergo negro per dire “pene”

Doping: pratica anglosassone del rimandare a piu’ tardi

Elettropompa: novità bolognese a luci rosse

Equidistanti:  cavalli in lontananza

Equinozio: cavallo che non lavora

Eufrate: monaco dell’Unione Europea

Fantasma: malattia dell’apparato respiratorio che colpisce i forti consumatori di aranciata

Gestazione: gravidanza della moglie del ferroviere

Incubatrice: macchina fabbricatrice di sogni terribili

Lord: signore inglese molto sporco

Maremma: nome di una famosa maiala

Marron Glaces: coglioni sotto ghiaccio

Melodia: preghiera di una vergine

Messa in piega: funzione religosa eseguita da in prete curvo

Neurolaureato: punto nero della pelle che ha fatto l’Università

Piumone: richiesta di sporcaccioni veneti mai sazi di sesso

Zona disco: parcheggio per gli Ufo

Razzista: fabbricatore di missili

Reduce: sovrano con tendenze di estrema destra

Salame: tipo di fugura che il salame non vorrebbe mai fare

Salmone: cadavere di un obeso

Sanculotto: patrone degli omosessuali

Sbronzi: ubriachi di Riace

Sommario: indicativo presente del verbo “essere Mario”

Tacchino: parte della scarpina

Temporeggiare: scoreggiare andando a tempo

Troika: donna Russa di facili costumi

E Voi ne conoscete altri? Oppure sapete qualche aforisma, qualche frase divertente, qualche doppio senso da far scoppiare dalle risate? Scrivete qui nel blog, dite la vostra, quale di questi termini qui riportati vi è piaciuto di piu’, vi sembra piu’ orignale, azzeccato…oppure provate voi stessi ad inventare altri termini, sarà ancora piu’ divertente commentarli tutti quanti insieme od inventarne altri, noi amici qui del blog…forza, tocca a voi! Vi aspetto…

 

Con Stima ed Affetto,

Serafino Vallorani

Ti Amo, perchè Sono Felice

 

Se un Uomo Ti Ama ti dice

“ti amo perchè sono Felice”.

Nei tuoi occhi vedo oggi

quel che ieri mi mancava,

nel tuo sorriso sento la gioia,

viverla, è un dono immenso

e non saprei essere se non qui,

accanto a te, meraviglia,

tu che sei la mia Felcità.

Tu che mi guardi e pensi,

condividi il mio essere,

quando basta il tuo sorriso

a colorare un giorno sbiadito,

e grazie perchè, oggi con te

io sono Felice.

Nei raggi del piacere

si alza il coraggio

di scrivere le parole

che rendono Felici.

Non sono tanto lontane,

anzi, sono così vicine

che anche tu,

se alzi il viso,

le puoi toccare come mè.

 

L’Anima che Vibra

L’Anima che Vibra

Il pianto è l’anima che vibra, come il suono di una dolce melodia che penetra l’emozione ed induce alla commozione.

Un brivido sulla pelle, lo sguardo s’innalza, il cielo non ha barriere, eppure spesso l’uomo tende a definire l’indefinito.

La felicità esorta il sorriso ed il sorriso conforta la lacrina. L’uomo piange per amore “la pioggia mi dice che un uomo, non può pianfere mai, ma se adesso te ne vai, una lacrima in una canzone suonerò…e brillano d’amore i tuoi occhi, il tuo silenzio dice che, nel cielo piu’ alto e piu’ blu, lì amore, ci sei solo tu”.

“Io ero il sole e tu la luna, il mare ci trasportava via, le nuvole nel cielo ci guardavano e ballavano stretta a noi”.

“E lei sogna di ballare nel teatro della vita, sulle punte delle dita, una farfalla gira e balla, il suo destino lei lo sà, crisalide-farfalla, e nell’aria vibra la felicità, per quanto tempo e per quanto ancora, lei è felice e lo sà”.

Per amore si piange, ci si commuove, pensiamo alla nascita di un figlio, pensiamo al giorno del matrimonio, pensiamo a chi ama in silenzio per non distrurbare il momento, quanto vibra un’emozione?

Quando c’è amore, l’anima vibra, l’anima è dolce, soave, suadente, lo specchio che riflette tutto di noi stessi. Gli occhi sono lo specchio dell’anima che vibra, sono il riflesso delle passioni, dei sogni, delle emozioni, di quelle che abbiamo dentro, la nostra intima richiesta di quello che vogliamo ma non osiamo chiedere a noi stessi.

Inizia a chiederti cosa vuoi veramente, fai transitare questa vibrazione dal cuore fino alla mente, l’anima te ne dà coscienza e poi dillo, scrivilo a mè, scrivilo qui nel blog e vedrai che sul tuo viso, la lacrima del sorriso, ti conforterà piu’ di qualsiasi parola che io ancora non ti ho detto, ma presto ti scriverò.

Con Affetto e Stima

Serafino Vallorani